SOCIAL WALL

Facebook

This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts. Backup cache in use.
Click to show error
Error: The user must be an administrator, editor, or moderator of the page in order to impersonate it. If the page business requires Two Factor Authentication, the user also needs to enable Two Factor Authentication. Type: OAuthException 

Dom Giu 27th, 2021 

Finalmente dopo mesi e mesi, ci siamo incontrati di persona. Genova 2001–2021 è alle porte. Noi ci saremo, e voi?🔴 Aiutateci a sostenere anche le spese di viaggio e alloggio, donate e condividete! ⤵️⤵️⤵️www.produzionidalbasso.com/project/genova-venti-zerouno-il-mondo-che-verra/ Vedi altroVedi di meno
Visualizza su Facebook

Ven Giu 25th, 2021 

Il dibattito di ieri è stato incredibilmente vivo e interessante, grazie al tema Genova, generazioni di attivisti, attiviste e non hanno potuto incontrarsi e rimettere insieme tanti fili e tanti pezzi degli ultimi trent’anni di storia politica e sociale: dagli anni ’90 al G8 di Genova, dai Forum Sociali ai Beni Comuni, dal 15 ottobre 2011 a Roma ai movimenti attuali dei Fridays For Future e Non una di Meno. Internazionalismo, intersezionalismo, ambiente, cura, lavoro, pratiche di piazza, scioperi, uso dei media: un dibattito vario per trovare eredità e cesure da Genova a oggi.Ringraziamo Exploit Pisa per aver organizzato uno spazio di dialogo così denso, aperto e connesso col presente.Ringraziamo Massimiliano Andretta (Università di Pisa) e Alberto de Nicola (DINAMOpress) per aver nutrito questo spazio di tanta ricchezza e ascolto.Il crowdfunding è ancora attivo, aiutateci a portare questo genere di bellezza anche nelle scuole e ai giovanissimi, donate e condividete!⤵️⤵️⤵️⤵️🔴https://www.produzionidalbasso.com/project/genova-venti-zerouno-il-mondo-che-verra/ Vedi altroVedi di meno
Visualizza su Facebook

Gio Giu 24th, 2021 

Vi aspettiamo!Giovedì 24 dalle 18.00 ci vediamo dal vivo, ci parliamo finalmente guardandoci negli occhi. Saremo in presenza presso l’Exploit Pisa , l’aula studio occupata e autogestita di Via Filippo Buonarroti. Al dibattito sull’eredità del Movimento Altermondialista saremo accompagnati dai ragazzi e le ragazze di TUTTO A MONTE, e continueranno le riprese di Mattia Mura per il suo documentario su Genova Venti Zerouno.Potrete vedere esposte le foto di Simone Faini, un amico che a Genova portò la sua macchina fotografica come risultato di un corso di fotografia svolto nel comune di Bagno a Ripoli (Fi). Scatti delle manifestazioni e degli scontri di quei giorni, e stampati in camera oscura nella stessa notte del suo rientro in Toscana.Vi aspettiamo!Link all’evento⤵www.facebook.com/events/187403439858496/_________________________🔴 Segui Genova Venti Zerouno e sostieni il progetto con il crowdfunding⤵️⤵️⤵️⤵️www.produzionidalbasso.com/project/genova-venti-zerouno-il-mondo-che-verra/ Vedi altroVedi di meno
Visualizza su Facebook

Mer Giu 23rd, 2021 

L’arrivo dei zapatisti sulle coste europee è una notizia bellissima.La lotta delle popolazioni del Chiapas da più di vent’anni costituisce la grammatica e la sintassi per tutti coloro che vogliono costruire un futuro nonostante il neoliberismo. Il linguaggio politico degli zapatisti che mette insieme le rivendicazioni politiche e la capacità letteraria di costruire immagini efficaci e metafore potentissime è in grado di arrivare contemporaneamente al cuore e al cervello.È, senza dubbio, una importante cassetta degli attrezzi per noi che vogliamo fare storia con supporti nuovi e diversi.Siamo consapevoli di quanto questa ispirazione sia complessa e rischiosa, siamo pronti ad ascoltare senza smettere mai di camminare, domandando.È arrivata ieri, sulle coste del nord della Spagna, la nave zapatista “La Montagna” partita il 26 aprile dal Messico con a bordo esclusivamente militanti dell’EZLN.Come scritto nella lettera di presentazione del viaggio “I delegati zapatisti incontreranno coloro che ci hanno invitato per parlare delle nostre vicende, delle nostre storie, dolori, rabbia, successi e fallimenti. Finora abbiamo ricevuto e accettato inviti dalle seguenti aree geografiche: Austria Belgio Bulgaria Catalogna Cipro Croazia Danimarca Finlandia Francia Germania Grecia Italia Lussemburgo Norvegia Olanda Paesi Baschi Polonia Portogallo Regno Unito Romania Russia Sardegna Serbia Slovenia Stato spagnolo Svezia Svizzera Turchia Ucraina Ungheria“Di seguito la lettera in italiano pubblicata ieri sul loro sito all’arrivo in Europa.“SIAMO ARRIVATI20 giugno 2021Sarebbero le 06:59 – ora del Messico – del 20 giugno 2021, quando, da La Montaña e attraverso un orizzonte nebbioso, è stata avvistata la terra della penisola iberica. Sarebbero le 09:14:45 quando la nave ha gettato l’ancora nella baia di Baiona o Bayona, Galizia, Stato Spagnolo, Europa. Da lì è vicina, «a due passi», la geografia chiamata Portogallo, e un po’ a nord-est si vede Vigo. Tutt@ stanno bene. Per ragioni burocratiche ecc. ecc., La Montaña e lo Squadrone 421 rimarranno qui, si pensa, fino a martedì 22 alle 17:00 – data e ora di Vigo – quando avverrà lo sbarco. La Guardia Civil dello Stato Spagnolo è salita a bordo della nave, ha preso i dati dell’equipaggio e dei passeggeri, ha esaminato i passaporti ed ha effettuato i controlli di routine. Niente da segnalare. Condizioni meteorologiche: nuvoloso, piogge deboli ma frequenti, 15 gradi centigradi.Dopo un po’, diverse barche a vela con compagn@ dell’Europa ribelle si sono avvicinate per dare il benvenuto… o per verificare se fossero vere le voci che giravano tra i quartieri, i campi e le montagne del mondo che: “gli zapatisti hanno invaso l’Europa”.A terra, ai piedi di quello che sembra un faro, un altro gruppo gridava qualcosa come “Ci arrendiamo!”… Nah, scherzo. Gridavano Zapata Vive, Benvenut@,… non si capiva bene. Portano striscioni e disegni. Per quanto si riesce a vedere, non ci sono segnali osceni – che potrebbero voler dire che non ci hanno ripudiato… non ancora -. Qualcuno un po’ strano solleva un cartello che recita: “Ristorante La Palomita Insurrecta. Brodo galiziano, Empanadas Ídem e Xoubas. Sconti speciali per Invasori@, scarabei e gatto-cani”. Un altro cartello dice «Portami via di qui!» Le persone più prudenti usano gli striscioni come ombrelli.Il cielo europeo piange commosso. Le sue lacrime si confondono con quelle che bagnano le guance – abbronzate dal sole, dal mare, dall’angoscia e dall’adrenalina – dell’intrepido Squadrone 421. Nei loro passi, nei loro sguardi, nei loro palpiti, i popoli maya – così dirà la leggenda – hanno attraversato l’Atlantico in 50 giorni e 50 notti, nel loro lungo e accidentato viaggio per la vita.Fuori fa freddo, ma dentro, nella geografia del cuore, qualcosa come un sentimento scalda l’anima. Nelle montagne del sudest messicano il sole sorride e, dall’impianto audio, escono gioiose le prime note di una cumbia.Certo, manca lo sbarco, il trasferimento della delegazione aerea, l’organizzazione dell’agenda, gli incontri … e la festa della parola.Cioè, manca tutto.SupGaleano.Giugno 2021“enlacezapatista.ezln.org.mx/2021/06/20/llegamos/ Vedi altroVedi di meno
Visualizza su Facebook